Seguici su

News

Batterie auto: la scarsità del litio e il rincaro dei prezzi

miniera litio

Il litio, componente essenziale per la fabbricazione di batterie auto, comincia a dare problemi riguardo al suo approvvigionamento.

In quanto elemento chiave per la fabbricazione delle batterie auto (e dunque per la diffusione dei mezzi elettrici) era normale che – prima o poi – l’elenco delle criticità inerenti alla filiera di approvvigionamento dell’industria automotive avrebbero avuto ripercussioni sul litio. Tra i fattori in grado di influenzare negativamente le forniture spicca il potere esercitato dalla Cina, la quale acquisirà maggiore predominio nel mercato internazionale dei Bev, destinato – secondo un’analisi di GlobalData – a raggiungere i 12,76 milioni di unità all’anno entro il 2026.

Le stime sul prezzo e le preoccupazioni relative alla Cina

Sempre secondo GlobalData, il problema dei pezzi del litio è destinato ad avvertirsi di più tutto il mondo. Si stima che carbonato di litio (da cui si ricava il componente principale delle batterie) finisca per aumentare dai poco più di 10 mila dollari alla tonnellata del 2020 a quasi 14 mila dollari già nel 2024. “Non è possibile far schioccare semplicemente le dita – ha commentato Daniel Clarke, analista tematico di GlobalData – per far apparire una catena di fornitura di batterie agli ioni di litio completamente funzionante. Ci vuole tempo, e non solo”.  

Prendendo a riferimento il provvedimento assunto da Johnson Mathey, colosso operante nel ramo della chimica, di ritirarsi dalla fabbricazione di batterie in Gran Bretagna, Clarke ha evidenziato che “ciò dimostra quanto possa essere complesso realizzare una catena di approvvigionamento. Le economie occidentali sono già abbastanza indietro rispetto alla Cina, il Paese che nel 2020 ha rappresentato una quota dell’80,5% della capacità produttiva di batterie agli ioni di litio nel 2020″.

L’analista di GlobalData ha dichiarato che “anche con i migliori sforzi degli Stati Uniti e dell’Ue, la Cina continuerà a dominare questo settore arrivando ad una quota del 61,4% nel 2026. Inoltre, la Cina è straordinariamente forte sia nella raffinazione chimica che nella produzione di catodi e anodi, tutte parti critiche della catena di approvvigionamento. Gli Stati Uniti e la Ue rimangono vulnerabili in questo importante futuro mercato”


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Carburante Carburante
News10 ore ago

Caro carburanti: il governo proroga il taglio delle accise fino al 2 agosto

Nuovamente posticipata la scadenza dello sconto sulle accise entrato in vigore a marzo. Attraverso un decreto legge dei ministri Daniele...

Fabio Quartararo Fabio Quartararo
Sport10 ore ago

MotoGP, Quartararo: “Questa mattina potevo fare meglio”

Parla il leader del campionato di MotoGP, Fabio Quartararo dopo le FP2 del Gran Premio dell’Olanda ad Assen. Queste le...

Moto GP Moto GP
Sport12 ore ago

MotoGP, Gran Premio dell’Olanda: Bagnaia svetta nelle FP2

La Ducati vola come al solito nelle FP2 e prenota virtualmente la pole nel Gran Premio dell’Olanda MotoGP, ecco i...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport12 ore ago

F1, Red Bull, Horner: “Non vogliamo un campionato deciso in tribunale”

Il team principal della Red Bull F1, Horner rivela come la metà dei team non rispetteranno il budget cap, servono...

Test Drive Test Drive
Guide12 ore ago

Quali sono le differenze tra sottosterzo e sovrasterzo

Quando parliamo di sottosterzo o sovrasterzo facciamo riferimento ad una perdita di aderenza che porta l’auto a sbandare. Ecco quali...

showroom auto showroom auto
News12 ore ago

Auto usate: la metà delle compravendite riguarda vetture più vecchie di 10 anni

Metà della compravendite delle auto usate ha riguardato vetture con oltre 10 anni d’età nel primo quadrimestre del 2022. Nel...

fiat fiat
News13 ore ago

Auto classiche: meno inquinanti delle elettriche per uno studio

Secondo lo studio di Footman James, fornitore di polizze assicurative, le auto classiche sono meno inquinanti delle vetture elettriche. Le...

stellantis stellantis
News13 ore ago

Stellantis: Vulcan Energy investirà nella filiera del litio

Vulcan Energy entrerà nel capitale d Stellantis con una partecipazione dell’otto percento. Diventerà il secondo azionista di maggioranza. Sono materie...

viritech viritech
News17 ore ago

Viritech Apricale: hypercar Fuel Cell marchiata Pininfarina

Durante la prossima edizione del Goodwood Festival of Speed, i visitatori troveranno in esposizione anche la Viritech Apricale Sarà prodotta...

alfa romeo alfa romeo
News17 ore ago

Alfa Romeo: i modelli sui quali il capo design si starebbe già adoperando

Il capo design di Alfa Romeo, Alejandro Mesonero-Romanos, avrebbe già iniziato a occuparsi di nuovi modelli, alcuni totalmente inediti. Alfa...

Carburante Carburante
News1 giorno ago

Caro carburanti, Giorgetti: “Misure al vaglio”

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ammette che sono in corso delle discussioni per far fronte al caro carburanti....

traffico traffico
News1 giorno ago

Delega fiscale: le possibilità novità per gli automobilisti

La legge delega fiscale potrebbe portare delle importanti novità anche agli automobilisti, dalle accise al superbollo. L’attenzione è stata monopolizzata...

Advertisement
Advertisement