Seguici su

Guide

Cos’è e come funziona il servosterzo


Guidare significa anche e soprattutto dover sterzare e la capacita di farlo in maniera agevole dipende molto da un sistema introdotto ormai da anni sulle auto: il servosterzo.

Ma cos’è il servesterzo? Si tratta di un dispositivo che regala un’estrema maneggevolezza in ordine alla modalità di guida di una vettura. II suo obiettivo consiste, infatti, nel ridurre enormemente lo sforzo del conducente costretto a gestire il volante. II servosterzo nasce, tuttavia, come necessita più che come comodità, dal momento che il consistente sviluppo strutturale delle autovetture ha determinato, nel tempo, l’esigenza di agevolare la guida in proporzione alla maggiore fatica che sarebbe derivata dal movimento di automobili sempre più pesanti e massicce.

Servosterzo
Servosterzo

Come funziona il servosterzo

II funzionamento del servosterzo dipende molto dalle varie tipologie che l’azienda produttrice decide di installare su un determinato veicolo. II servosterzo consente al guidatore di acquisire una percezione del tutto nuova della guida, poiché si rende necessario calibrare i movimenti compiuti sul volante in base alla sensibilità dello stesso. Questa nuovo approccio con l’automobile permette al conducente di spendere meno energia fisica per orientare il movimento delle ruote della vettura e dunque per direzionare l’auto secondo movimenti più fluidi e di minor attrito su strada.

Approfondimento su servosterzo
Approfondimento su servosterzo

Esistono principalmente due tipi di servosterzo: quello elettrico e quello idraulico. Un terzo sistema, quello EPHS, è nato dal connubio tra i primi due, riesce a combinare le tecnologie elettriche ed idrauliche insieme. Si tratta, infatti, del sistema elettro-idraulico, che unisce vantaggi di un sistema controllato elettronicamente con quelli legati all’efficienza idraulica.

Il servosterzo elettrico

II servosterzo elettrico, anche identificato con l’acfronimo EPS, viene azionato tramite un motorino elettrico la cui gestione è affidata ad una centralina. Quest’ultima riesce a comunicare con il conducente grazie a dei sensori in grado di trasmettere le informazioni relative agli impulsi delle azioni del guidatore. II servosterzo elettrico è il più utilizzato sulla maggior parte delle autovetture, non solo per l’affidabilità e la precisione riscontrate, ma anche perché consente un miglior risparmio energetico, dal momento che la sua azione non incide sulla batteria del veicolo in quanta si alimenta tramite quella prodotta dal motore.

Il servosterzo idraulico

II servosterzo idraulico presenta un funzionamento del tutto differente rispetto a quello elettrico: attraverso i movimento dello sterzo, il distributore dell’olio viene azionato e lo stesso viene condotto, tramite dei tubicini, in un condotto che riesce a far leva sulle ruote mediante questo genere di pressione. Pertanto, il suo funzionamento si basa sul meccanismo della pompa idraulica.
II servosterzo idraulico è utilizzato sui mezzi pesanti, diversamente da quello elettrico che viene montato sulle auto più comuni, poiché riesce a garantire prestazioni migliori, sebbene i consumi siano maggiori rispetto a quelli del servosterzo elettrico.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Sport3 ore ago

MotoGP, Marquez: “Sono stanco, ma non ho sentito male”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo HRC Honda Marc Marquez dopo il Gran Premio del Giappone di MotoGP. Raramente...

Formula 1 Formula 1
Sport4 ore ago

Formula 1 2023, il toto piloti: disponibili ancora 4 sedili

La line-up della Formula 1 per la stagione 2023 non è ancora completa: ben quattro sedili rimangono tuttora disponibili. A...

Circuito Circuito
Sport7 ore ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: secondo Foggia

Gran Premio del Giappone di Moto3, vince Guevara ma secondo Foggia dopo un bel duello. Si accorcia la classifica. Grande...

Moto Sport Moto Sport
Sport7 ore ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: cade Vietti, vince Ogura

Vince il Gran Premio del Giappone di Moto2 Ogura, seguito appena dietro da Fernandez e Lopez. Questo l’ordine di arrivo....

Moto GP Moto GP
Sport7 ore ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: disastro Bagnaia, vince Miller

Cade Pecco Bagnaia che allontana di molto le possibilità della vittoria del mondiale, GP del Giappone di MotoGP che va...

auto elettriche colonnina ricarica auto elettriche colonnina ricarica
News10 ore ago

Ricarica auto elettriche: quanto costa in Italia, tra tariffe al consumo e abbonamenti

Prendendo in esame ogni operatore attivo lungo la nostra penisola, vediamo un po’ quanto costa fare la ricarica alle auto...

toyota logo toyota logo
News1 giorno ago

Toyota: chiuso definitivamente lo stabilimento russo

Toyota ha chiuso definitivamente il suo stabilimento russo di San Pietroburgo. Ad annunciarlo la stessa Casa delle Tre Ellissi in...

Auto Elettrica Auto Elettrica
News1 giorno ago

Auto elettriche: Italia tra i Paesi “meno pronti agli EV”

L’Italia è uno dei Paesi meno attrezzati per le auto elettriche: non un’opinione da bar, ma una constatazione dell’ultimo studio...

Sport1 giorno ago

MotoGP, Marquez: “sono lontano dalla condizione fisica ideale”

Il fenomeno spagnolo torna a fare una pole a oltre due anni di distanza dall’ultima, Marc Marquez nel Gran Premio...

Circuito Circuito
Sport1 giorno ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: pole di Suzuki, Foggia quinto

La pole position sotto il diluvio del Gran Premio del Giappone di Moto3 va a Suzuki, Foggia con il quinto...

Moto Sport Moto Sport
Sport1 giorno ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: disastro Vietti, bene Arbolino

Gran Premio del Giappone di Moto2, in pole va Canet seguito da Aldeguer e Dixon, appena dietro Tony Arbolino. Disastro...

Moto GP Moto GP
Sport1 giorno ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: pole di Marquez

Marquez approfitta delle instabili condizioni meteo per stampare la sua pole nel Gran Premio del Giappone di MotoGP. Il cannibale...

Advertisement
Advertisement