Seguici su

Guide

Cos’è e come funziona l’albero a camme

testata motore

L’albero a camme un sistema che controlla l’apertura e la chiusura delle valvole, grazie al quale il carburante passa dai cilindri agli scarichi.

Tutti i tipi di motore sono costituiti da un albero in ghisa, le camme sono definite come degli elementi che ruotano su di se stesse e che entrando in contatto con altri tipi di elementi permettendo alle valvole di aprirsi e chiudersi.

Nei motori è presente un solo albero ma ultimamente si stanno producendo veicoli che sfruttano ben due alberi a camme (uno per le valvole di aspirazione e l’altro per quelle di scarico), uno specifico per l’azione di aspirazione l’altro per lo scarico. Il primo serve per far entrare la miscela di combustione necessaria, il secondo è indispensabile per l’uscita di tutti quei gas che non sono stati utilizzati.

testata motore
Testata del motore, albero a camme

Il funzionamento l’albero a camme

L’albero a camme risale al 1902, la sua funzione è molto importante perché grazie a lui le valvole si aprono e si chiudono. Le camme sono poste lungo l’asse dell’albero ad incastro in maniera simmetrica o asimmetrica.

L’albero a camme procede in maniera sincrona con quello a motore con una velocità decisamente minore. L’obiettivo dell’albero è quello di aprire e chiudere le valvole, gli alberi in un motore possono essere anche più di uno perché tutto varia in base al numero delle valvole presenti, vi è da precisare che solitamente all’interno di un motore al massimo vi si possono trovare due alberi.

L’utilità di un albero a camme non è da sottovalutare perché è grazie ad esso che un motore può avere o meno grandi prestazioni. Le camme in base alla loro forma consentono un invio di valori, prima della scoperta delle moderne tecnologie si era costretti a cambiare tutto l’asse dell’albero ora invece si può agire sulla parte interessata senza fare cambi drastici.

I sensori dell’albero a camme

L’albero a camme presenta dei sensori grazie ai quali la centraline è in grado di conoscere a che punto si trova il propulsore, un’azione molto importante per essere in grado di capire il punto di accensione. Il sensore è in grado di dare alcuni segnali prima di smettere di funzionare totalmente, questi segnali sono un ritardo nel processo di accensione, una spia che segnala il guasto, la centrina si trova in uno stato di emergenza.

Albero a camme consumato

Un albero a camme consumato va sostituito immediatamente, come tutte le parti meccaniche, il consiglio è sempre di rivolgersi ad un meccanico senza incorrere nel fai da te. Questa parte del motore essendo sempre in attrito con altre parti metalliche è facile che sfregando questi elementi si rovini.

Nel mercato un albero a camme non si aggira al di sopra dei 100 euro, a questi vanno ad aggiungersi le normali spese per il servizio e l’installazione. Solitamente i danni per cui un albero a camme si può rompere sono dettati da dei malfunzionamenti causati dall’attrito dei cuscinetti, vari ingranaggi.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Lamborghini Aventador Lamborghini Aventador
News17 ore ago

Lamborghini Aventador: addio al famoso V12

Dopo moltissimo tempo con grandi successi, il marchio della Lamborghini Aventador da addio al suo straordinario V12. Il marchio di...

batterie elettriche batterie elettriche
News17 ore ago

Volkswagen: ci saranno più batterie, attraverso una joint venture

Il marchio della Volkswagen trova il modo per avere più nuove batterie, attraverso una nuovissima joint venture. La casa della...

chip chip
News18 ore ago

Intel, microchip: nuova fabbrica in Veneto

Nonostante i vari approfondimenti nel territorio italiano, Intel sceglie il veneto per la creare della sua nuova fabbrica. Il nuovo...

Sport18 ore ago

F1: il piano di Audi per il futuro nel Circus

L’ingresso in F1 è già stato annunciato da parte di Audi ma ecco come si stanno preparando per debuttare nel...

F1 logo F1 logo
Sport21 ore ago

Andretti punta ancora sull’ingresso in F1: “Obiettivo 2024”

Mario Andretti non demorde: il campione del mondo 1978 spera di tornare con un suo team nel campionato di Formula...

cambio gomme pneumatici cambio gomme pneumatici
News22 ore ago

Produzione pneumatici, fabbriche argentine in sciopero: la reazione di Pirelli

Le fabbriche argentine addette alla produzione degli pneumatici hanno proclamato lo sciopero in massa, anche nei centri Pirelli. I conflitti...

showroom auto showroom auto
News23 ore ago

Consegna nuove auto: quanto occorre davvero aspettare in Italia

Quanto tocca davvero aspettare in Italia per la consegna delle nuove auto? Ce lo dice una recente indagine condotta con...

Sport23 ore ago

Formula 1, GP di Singapore: dove vederlo. Diretta e orari tv

Dove e come seguire in tv il GP di Singapore del Campionato di Formula 1 del 2022, in programma questo...

Sport2 giorni ago

MotoGP, Marquez: “Sono stanco, ma non ho sentito male”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo HRC Honda Marc Marquez dopo il Gran Premio del Giappone di MotoGP. Raramente...

Formula 1 Formula 1
Sport2 giorni ago

Formula 1 2023, il toto piloti: disponibili ancora 4 sedili

La line-up della Formula 1 per la stagione 2023 non è ancora completa: ben quattro sedili rimangono tuttora disponibili. A...

Circuito Circuito
Sport2 giorni ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: secondo Foggia

Gran Premio del Giappone di Moto3, vince Guevara ma secondo Foggia dopo un bel duello. Si accorcia la classifica. Grande...

Moto Sport Moto Sport
Sport2 giorni ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: cade Vietti, vince Ogura

Vince il Gran Premio del Giappone di Moto2 Ogura, seguito appena dietro da Fernandez e Lopez. Questo l’ordine di arrivo....

Advertisement
Advertisement