Seguici su

News

Tesla: quasi mezzo milione di richiami negli Stati Uniti

Tesla

La Tesla ha appena richiamato quasi 500 mila auto negli Stati Uniti per alcune criticità, in grado di ripercuotersi sulla sicurezza.

La Tesla ha iniziato a richiamare più di 475 mila vetture negli Stati Uniti, poco meno del numero di consegne totali registrate nel corso del 2020. La campagna, una delle più significative dal colosso automobilistico, specializzato nei veicoli elettrici, è stata comunicata il 21 dicembre alla Highway Traffic Safety Administration. A manifestare criticità diverse migliaia di esemplari della berlina Model 3 e dell’ammiraglia Model S. Non la miglior pubblicità per il brand statunitense diretto da Elon Musk. Se negli scorsi giorni vi parlavamo dello straordinario potenziale di Giga Shanghai, capace di realizzare una macchina in meno di un minuto (tra i 38 e i 44 secondi), stavolta le notizie attinenti al Costruttore sono tutto fuorché positive. 

Il richiamo coinvolge tutte le Model 3 prodotte tra il 2017 e il 2020. Un gruppo costituito da 356.309 berline. Il difetto? Ebbene, da quanto emerge si è ravvisato un difetto al sistema di cablaggio delle telecamere per la retromarcia. Nello specifico, l’apertura e la chiusura del cofano del bagagliaio rischiano di ledere i cavi. Così, si impedisce il regolare funzionamento della telecamere. Un pericolo non di poco conto, che pone a repentaglio la salute dei conducenti e, in generale, degli utenti della strada. In tale circostanza, la visuale posteriore di chi si trova al volante verrebbe ridotta, da cui il rischio incrementato di sinistri. 

Attività di ispezione e riparazione gratuite

Le macchine Tesla necessitanti un intervento saranno sottoposti ad attività di ispezione – ed eventualmente di riparazione – senza nessuno addebito a carico dei consumatori. Il richiamo fa riferimento pure a 119.009 Model S, assemblate dal 2014 al 2021: una pecca riscontrata al fermo del bagagliaio anteriore sarebbe capace di provocare l’apertura inattesa del cofano. Anche qui il brand americano effettuerà i controlli di rito e, qualora ne rilevasse l’esigenza, ricollocherà il fermo per allinearlo al sistema di chiusura. Ufficialmente la campagna di richiamo indetta dalla società partirà il 18 febbraio del 2022 con l’inoltro delle relative notifiche ai proprietari delle auto interessate.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

jeep jeep
News10 ore ago

Jeep: dominio nei suv del segmento LEV

Nel corso del primo semestre del 2022, Jeep ha dominato le classifiche commerciali italiane dei suv del segmento LEV. Jeep...

showroom auto showroom auto
News10 ore ago

Mercato auto giugno: flessione del 15% in Italia

Nonostante gli incentivi, il mercato auto chiude con un segno negativo a giugno rispetto allo stesso mese del 2021. Il...

Charles Leclerc Charles Leclerc
Sport11 ore ago

F1, Leclerc: “Peccato per l’ultimo giro nel quale mi sono girato”

Parla Charles Leclerc a seguito del terzo posto del Gran Premio della Gran Bretagna di F1. Ecco le parole del...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport11 ore ago

F1, Verstappen: “Bisogna pensare a gestire le gomme”

Parla Max Verstappen dopo la seconda posizione in griglia del Gran Premio della Gran Bretagna di F1. Ecco le parole....

Ferrari F1-75 2022 Ferrari F1-75 2022
Sport11 ore ago

F1, Sainz: “giro della pole? non mi era sembrato niente di speciale”

Carlos Sainz parla della sua pole position al Gran Premio della Gran Bretagna di F1. Ecco le parole del pilota...

Carlos Sainz Carlos Sainz
Sport13 ore ago

F1, Gran Premio della Gran Bretagna: parte primo Sainz, ecco la griglia di partenza

Pole di Sainz nel Gran Premio della Gran Bretagna di F1, ecco la griglia di partenza del GP di Silverstone....

Charles Leclerc Charles Leclerc
Sport1 giorno ago

F1, Ferrari, Leclerc: “Posso dirmi ottimista a livello di competitività”

Charles Leclerc commenta le difficili prove libere di questo Gran Premio della Gran Bretagna di F1 in scena a Silverstone....

Lewis Hamilton Lewis Hamilton
Sport1 giorno ago

F1, Hamilton: “Avrei voluto correre di più questa mattina”

Parla Lewis Hamilton dopo le FP2 del Gran Premio di Gran Bretagna di F1. Queste le parole dell’ex campione del...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport1 giorno ago

F1, Verstappen: “Domani dovrebbe piovere di nuovo”

Parla l’attuale campione del mondo della Red Bull, Max Verstappen che spiega l’andamento delle FP2 del GP di Gran Bretagna...

limite di velocita limite di velocita
News1 giorno ago

Limiti di velocità: da luglio l’assistente diventa obbligatorio

Fra solo pochi giorni diverrà obbligatorio il sistema automatico per i limiti di velocità su tutte le auto presentate nei...

Ferrari F1-75 2022 Ferrari F1-75 2022
Sport1 giorno ago

F1, Gran Premio di Gran Bretagna: i risultati delle FP2

Ecco i risultati delle FP2 del Gran Premio della Gran Bretagna: ecco la classifica delle prove libere della F1. Buon...

mobilità verticale mobilità verticale
News1 giorno ago

Taxi aerei: pubblicate le prime regole

L’EASA ha pubblicato le prime direttive per il funzionamento dei taxi aerei, un business che ha già richiamato diverse compagnie....

Advertisement
Advertisement