Seguici su

News

Michelin: l’ecologia passa pure attraverso gli pneumatici usurati

gommista cambio gomme cerchioni

Michelin invoca una maggiore regolamentazione per quanto riguarda gli pneumatici usurati, affinché pure l’ambiente sia preservato.

La decarbonizzazione è un obiettivo caro alla Michelin, che, per raggiungerlo adotta vari approcci verso l’impiego degli pneumatici, così da ridurre sprechi e premature sostituzioni.

In occasione del Media Day, andato in scena presso il modernissimo centro di ricerca e sviluppo di Ladou, in Francia, la compagnia ha fornito un quadro chiaro e dettagliato dei propositi per il futuro. Inoltre, ha voluto approfittare dell’incontro con la stampa per lanciare un messaggio circa la regolamentazione.

L’assenza di norme che impongano un livello minimo di prestazioni quando le gomme sono usurate può condurre i conducenti, anche su suggerimento di alcuni addetti ai lavori, a eseguire la sostituzione prima di aver raggiunto il limite legale di usura. Detto altrimenti, sarebbero spinti a prendere provvedimenti anzitempo, affinché siano sicuri ed efficienti. 

In Michelin intendono assicurare che ogni cliente sia correttamente informato sulle prestazioni dei propri pneumatici durante il ciclo di vita. 

Il labelling non serve

Per riuscirci si possono introdurre test regolamentati sui kit usurati, ad esempio inserendo nelle prove di omologazione europee pure una prova a fine ciclo, con il rendimento delle unità usurate. Secondo Michelin, la rumorosità e la resistenza al rotolamento dovrebbero proseguire ad essere testate in condizioni di pneumatici nuovi, poiché si tratta di performance atte a migliorare con l’incrementare dell’usura.

E non crede sia necessario attuare modifiche all’etichettatura Europea (il c.d. labelling), la quale dovrebbe andare avanti a riferirsi agli articoli nuovi. Relativamente ai test per quelli usurati, un possibile metodo da vagliare si tradurrebbe nell’analizzare sempre la controparte nuova.

In una frenata su asfalto bagnato si misura la distanza necessaria affinché un mezzo scenda da 80 a 20 km/h: il più appropriato a detta degli esperti del noto brand, anche perché risponde alle condizioni di rischio che un automobilista può incontrare lungo il tragitto. Una serie di accorgimenti da cui ne deriverebbe pure una riduzione delle emissioni di anidride carbonica.  


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Carburante Carburante
News10 ore ago

Caro carburanti: il governo proroga il taglio delle accise fino al 2 agosto

Nuovamente posticipata la scadenza dello sconto sulle accise entrato in vigore a marzo. Attraverso un decreto legge dei ministri Daniele...

Fabio Quartararo Fabio Quartararo
Sport10 ore ago

MotoGP, Quartararo: “Questa mattina potevo fare meglio”

Parla il leader del campionato di MotoGP, Fabio Quartararo dopo le FP2 del Gran Premio dell’Olanda ad Assen. Queste le...

Moto GP Moto GP
Sport12 ore ago

MotoGP, Gran Premio dell’Olanda: Bagnaia svetta nelle FP2

La Ducati vola come al solito nelle FP2 e prenota virtualmente la pole nel Gran Premio dell’Olanda MotoGP, ecco i...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport12 ore ago

F1, Red Bull, Horner: “Non vogliamo un campionato deciso in tribunale”

Il team principal della Red Bull F1, Horner rivela come la metà dei team non rispetteranno il budget cap, servono...

Test Drive Test Drive
Guide12 ore ago

Quali sono le differenze tra sottosterzo e sovrasterzo

Quando parliamo di sottosterzo o sovrasterzo facciamo riferimento ad una perdita di aderenza che porta l’auto a sbandare. Ecco quali...

showroom auto showroom auto
News12 ore ago

Auto usate: la metà delle compravendite riguarda vetture più vecchie di 10 anni

Metà della compravendite delle auto usate ha riguardato vetture con oltre 10 anni d’età nel primo quadrimestre del 2022. Nel...

fiat fiat
News13 ore ago

Auto classiche: meno inquinanti delle elettriche per uno studio

Secondo lo studio di Footman James, fornitore di polizze assicurative, le auto classiche sono meno inquinanti delle vetture elettriche. Le...

stellantis stellantis
News13 ore ago

Stellantis: Vulcan Energy investirà nella filiera del litio

Vulcan Energy entrerà nel capitale d Stellantis con una partecipazione dell’otto percento. Diventerà il secondo azionista di maggioranza. Sono materie...

viritech viritech
News17 ore ago

Viritech Apricale: hypercar Fuel Cell marchiata Pininfarina

Durante la prossima edizione del Goodwood Festival of Speed, i visitatori troveranno in esposizione anche la Viritech Apricale Sarà prodotta...

alfa romeo alfa romeo
News17 ore ago

Alfa Romeo: i modelli sui quali il capo design si starebbe già adoperando

Il capo design di Alfa Romeo, Alejandro Mesonero-Romanos, avrebbe già iniziato a occuparsi di nuovi modelli, alcuni totalmente inediti. Alfa...

Carburante Carburante
News1 giorno ago

Caro carburanti, Giorgetti: “Misure al vaglio”

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ammette che sono in corso delle discussioni per far fronte al caro carburanti....

traffico traffico
News1 giorno ago

Delega fiscale: le possibilità novità per gli automobilisti

La legge delega fiscale potrebbe portare delle importanti novità anche agli automobilisti, dalle accise al superbollo. L’attenzione è stata monopolizzata...

Advertisement
Advertisement