Seguici su

News

Cop26, case auto restie a firmare: non convince il piano CO2

Auto Elettrica

Le Case automobilistiche, presenti alla Cop26 di Glasgow, sarebbero restie a firmare il piano per le emissioni di anidride carbonica.

Tra qualche giorno la Cop26 di Glasgow giungerà al termine e, almeno da quanto registrato finora, non si prefigurano notizie positive. Le ultime voci giunte ai media forniscono un quadro di netta spaccatura tra i Paesi partecipanti su numerosi aspetti della lotta al cambiamento climatico. Ad esempio, nella bozza del documento finale, elaborata in vista della giornata di chiusura prevista venerdì, non si prende in considerazione lo stop all’utilizzo dei carburanti fossili, ciò per via dell’opposizione di certe Nazioni, tra cui l’Arabia Saudita. 

E forse il colpo letale potrebbe pervenire nella giornata odierna, quando gli invitati affronteranno l’argomento trasporti. Secondo le anticipazioni raccolte dal Financial Times, sarà infatti illustrato un accordo globale per eliminare “le emissioni delle nuove auto entro il 2040”. Tanti Stati, però, sembrano riluttanti all’idea come la Germania, gli Stati Uniti e la Cina. Washington potrebbe pure sottoscrivere il testo al fotofinish, mentre Berlino avrebbe giustificato la rispettiva decisione con l’intenzione di proseguire lo sviluppo dei carburanti sintetici. 

Inoltre, dei grandi costruttori esprimono, a loro volta, scetticismo. In particolare, stando alle ricostruzioni della testata, serberebbero dubbi Volkswagen e Toyota. Nonostante la sua forte scommessa sull’elettrificazione, l’azienda di Wolfsburg si sarebbe già chiamata fuori, mentre i nipponici starebbero negoziando il proprio impegno, senza escludere il loro assenso. Probabilmente, la casa delle tre ellissi resterà a bordo campo per via della “riluttanza di alcuni governi chiave”.

Cancellazione delle emissioni di anidride carbonica: i costruttori dubitano sulle tempistiche

Relativamente, invece, alla graduale cancellazione delle emissioni di anidride carbonica, nessun costruttore presente al Cop26 avrebbe risposto picche, pur sollevando delle “obiezioni specifiche”. La Volkswagen avrebbe rimarcato l’accento sulla necessità di rispettare le differenti esigenze di sviluppi di mercati e regioni. In aggiunta, la compagnia tedesca avrebbe puntato il dito contro la mancata adesione della Cina a un altro accordo, quello sullo stop al ricorso al carbone per la produzione di energia. Simili problematiche le avrebbe evidenziate Toyota, convinta che mercati come l’America Latina e l’Africa potrebbero richiedere un processo ben più lungo rispetto ai Paesi avanzati per abbracciare l’elettrico.

Anche la BMW non sarebbe disposta a sottoscrivere l’intesa, convinta che l’addio ai motori endotermici imponga tempistiche maggiori del previsto. Di contro, la Volvo e la General Motors, intente ad abbandonare le tecnologie tradizionali (rispettivamente per il 2030 e il 2035), dovrebbero accettare; idem per la Daimler, la quale si è prefissata l’obiettivo di vendere unicamente veicoli elettrici già entro il 2030 dove le condizioni di mercato lo permettano. Infine, pure la Ford appare bendisposta, prefiggendosi di conseguire il 40 per cento dei volumi commerciali con veicoli a batteria entro la fine del decennio.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement
Advertisement

Leggi Anche

App parcheggio App parcheggio
Guide4 ore ago

Ecco le migliori App per il parcheggio

Con lo smartphone si può fare ormai di tutto, anche trovare parcheggio e pagarlo: ecco le migliori App gratis che...

News5 ore ago

Nuova Porsche Cayenne GTS: un V8 da 500 CV

Ecco la nuova Porsche Cayenne GTS: il perfetto equilibrio tra prestazioni sportive e comfort di guida, con un design unico...

Autovelox Autovelox
News1 giorno ago

Sentenza pesante, i comuni tremano: multe nulle se l’autovelox non è omologato

L’impatto della sentenza della Cassazione sui Comuni italiani: autovelox non omologati, multe a rischio e le possibili ripercussioni. L’annullamento delle...

Aston Martin DBX707 Aston Martin DBX707
News1 giorno ago

Aston Martin DBX707 2024: innovazioni, prestazioni e personalizzazione

L’Aston Martin DBX707 rinnovato: interni di lusso, avanzamenti tecnologici e un motore potente per un’esperienza di guida senza pari. La...

Vespa World Days 2024 Vespa World Days 2024
News2 giorni ago

La grande parata del Vespa World Days 2024: un corteo storico da record

Come la Vespa World Days 2024 ha fatto la storia con un corteo record di 15.000 Vespa a Pontedera, unendo...

Sebastien Ogier, WRC 2023, Montecarlo Sebastien Ogier, WRC 2023, Montecarlo
Sport2 giorni ago

WRC, Rally Croazia 2024: trionfa Sebastien Ogier

Come Sebastien Ogier ha sfruttato gli errori dei suoi avversari per vincere il Rally di Croazia 2024, ecco cosa è...

Ladro d'auto Ladro d'auto
News2 giorni ago

Le auto più rubate in Italia nel 2023

Furti d’auto in crescita in Italia, nel 2023 sono stati 131.679: ecco quali sono i modelli che vengono rubati più...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport2 giorni ago

F1, Gran Premio di Cina: ancora Verstappen, Norris secondo

A Shanghai solito dominio di Verstappen e Red Bull, a completare il podio Norris e Pérez. Le due Ferrari in...

F1, Red Bull, Max Verstappen F1, Red Bull, Max Verstappen
Sport3 giorni ago

F1, qualifiche GP Cina: Verstappen davanti, arrancano le Ferrari

Come Max Verstappen ha dominato le qualifiche del GP di Shanghai, assicurandosi la pole position mentre Leclerc migliora. Le qualifiche...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport3 giorni ago

F1, Sprint Race Cina: vince Max Verstappen in rimonta

Max Verstappen si impone con autorità nella Sprint del Gran Premio di Cina F1, tra rimonte e scontri infuocati. Max...

Carlos Tavares Carlos Tavares
News4 giorni ago

Il salvataggio di Alfa Romeo e Lancia da parte di Carlos Tavares

Carlos Tavares, CEO di Stellantis, ha respinto le pressioni per vendere i brand Alfa Romeo e chiudere Lancia. Il futuro...

parcheggio auto cofani parcheggio auto cofani
News4 giorni ago

L’invecchiamento del parco auto italiano: un’analisi dettagliata

L’età media e la crescita del parco auto in Italia con dati aggiornati al 2023. Analizziamo l’impatto su economia, ambiente...

Advertisement
Advertisement
nl pixel