Seguici su

News

Auto come i PC: obbligo dell’antivirus in Europa

Tecnologia Auto

Come i computer, nei Paesi membri dell’Unione Europa anche le auto dovranno avere un antivirus per questioni di sicurezza.

Le auto di nuova generazione sono ormai diventate dei salotti ipertecnologici. Grazie agli accordi sottoscritti con alcune delle migliori realtà specializzate nel campo, nel giro di pochi anni le aziende hanno migliorato di molto le dotazioni di bordo, fino ai giorni nostri.

Tuttavia, non è oro tutto quel che luccica. Difatti, dal punto di vista della sicurezza gli aggiornamenti OTA (over the air, via etere) possono celare alcune insidie, in grado di porre a repentaglio l’incolumità degli occupanti. Dunque, la Commissione europea ha cercato di tenere sotto controllo la situazione, tramite l’approvazione di due nuovi regolamenti (n. 155 e 156), al proposito di sollecitare l’installazione di un “antivirus”.

Le normative sono già entrate in vigore per i modelli presentati a partire dalla scorsa estate e da luglio 2024 sarà obbligatorio aderire alle regole sancite dal legislatore. Senza scendere troppo nel tecnico, vi basti sapere che per l’implementazione del malware occorre riscrivere varie parti del codice interno di gestione dei sistemi. Inoltre, sono previsti degli altri accorgimenti, riguardanti, ad esempio, la fornitura. Sebbene sia favorevole a un approccio più rigoroso, le aziende principali di settore, Continental e Bosch, serbano alcune riserve, espresse a Reuters negli scorsi giorni.

Premesso che ci sono 100 milioni di righe di codice sulle vetture dell’attuale epoca, le direttive comunitarie ne impongono la completa revisione e, laddove necessario, di riscriverle, per un investimento economico considerevole, che andrà, inevitabilmente, a ripercuotersi sul consumatore finale.

Continental favorevole

Comunque, gli operatori tendono a vedere il bicchiere mezzo pieno, come spiegato dallo chief product security and privacy officer di Continental, Mathias Dehm: “Guardando indietro di cinque anni, non esisteva alcuno standard o regolamento realmente internazionale in questo campo. Ma ora con una chiara regolamentazione dell’UNECE e anche dello standard internazionale ISO/SAE 21434, l’industria dispone di una guida migliore per garantire un livello comune di sicurezza informatica in tutto il settore”.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement
Advertisement

Leggi Anche

tassa auto tassa auto
News3 ore ago

Rc Auto: nel 2024 aumentano i prezzi delle polizze

Nel primo trimestre del 2024, il prezzo medio delle polizze Rc Auto è aumentato del 7,2%. Gli assicurati più giovani...

Audi RS 4 Avant edition 25 years Audi RS 4 Avant edition 25 years
News5 ore ago

Audi RS 4 Avant edition 25 years: un’edizione limitata per l’anniversario

Per il 25° anniversario della RS 4, Audi lancia l’RS 4 Avant edition 25 years. Solo 250 unità con dinamiche...

autovelox autovelox
News1 giorno ago

Autovelox, rivoluzione dal 28 maggio: il nuovo decreto cambia le regole

In arrivo nuove norme per gli autovelox in vigore dal 28 maggio: ecco cosa dice il nuovo decreto ministeriale. Il...

Lancia Ypsilon HF Lancia Ypsilon HF
News1 giorno ago

Ypsilon HF: la nuova elettrica da 240 cavalli di Lancia

La nuova Lancia Ypsilon HF da 240 cavalli, un’elettrica sportiva che rivoluzionerà le prestazioni del marchio. La Lancia ha recentemente...

concessionaria auto clienti concessionaria auto clienti
Guide1 giorno ago

Tutto sul leasing auto: come funziona e quanto costa

Agevolazioni, vantaggi, meno preoccupazioni sul calo di valore della vostra auto, questi sono gli aspetti principali che occorre tenere ben...

Charles Leclerc Charles Leclerc
Sport2 giorni ago

F1, Gran Premio di Monaco 2024: vince Leclerc, Sainz a podio

Charles Leclerc vince il Gran Premio di Monaco 2024, difendendo la pole position e portando la Ferrari al successo. Charles...

Francesco "Pecco" Bagnaia Francesco "Pecco" Bagnaia
Sport2 giorni ago

MotoGP, GP Catalogna 2024: torna alla vittoria di Bagnaia

L’analisi completa del GP di Catalogna 2024 di MotoGP. I dettagli sulla gara, le prestazioni di Francesco Bagnaia e Marc...

Formula E, logo Formula E, logo
Sport2 giorni ago

Formula E 2024, E-Prix di Shanghai: i risultati dei due round

Mitch Evans vince il primo Shanghai E-Prix con un sorpasso all’ultimo giro, mentre Antonio Felix da Costa trionfa nella seconda...

Charles Leclerc Charles Leclerc
Sport3 giorni ago

F1, Gran Premio di Monaco 2024: Leclerc in pole, male Verstappen

Charles Leclerc conquista la pole position a Monaco per la terza volta con Ferrari. Sorprese nelle qualifiche, Verstappen solo sesto....

MotoGP Valencia 2023 MotoGP Valencia 2023
Sport3 giorni ago

MotoGP Catalogna: Espargaro trionfa, Bagnaia cade all’ultimo giro

Nella MotoGP Sprint di Catalogna, Espargaro vince dopo la caduta di Bagnaia. Marquez e Acosta completano il podio. La Sprint...

incidente stradale incidente stradale
News4 giorni ago

Sicurezza stradale: ecco i paesi europei più pericolosi

L’Italia si colloca in una triste classifica europea sulle morti stradali, con dati che mostrano un miglioramento nel tempo ma...

giovani, auto giovani, auto
Guide4 giorni ago

Viaggi in auto da sogno: i migliori itinerari in Italia e non solo

Un viaggio in auto può trasformarsi in un’esperienza indimenticabile: ecco i migliori itinerari che si possono fare in Italia e...

Advertisement
Advertisement
nl pixel