Seguici su

Guide

Cosa sono e come funzionano i sensori di parcheggio

Sensori di parcheggio

Ecco qual è il funzionamento dei sensori di parcheggio dell’auto, che si basa sul principio delle onde ultrasoniche.

Se sei un nerd della tecnologia, c’è una formula, che le seguenti variabili: distanza, tempo, velocità e suono. Poiché la velocità del suono varia in funzione della temperatura e dell’umidità, e perché alcune auto hanno sensori di temperatura incorporati che variano con la velocità e il suono, questo calcolo assicura la precisione nel parcheggio.

In sostanza, nella parte posteriore dell’auto, i sensori di parcheggio utilizzano questo principio delle onde ultrasoniche. Quando il conducente fa retromarcia, il sensore di parcheggio posteriore si attiva ed emette le onde e le controlla.

Il funzionamento dei sensori di parcheggio nel dettaglio

Nei sistemi a ultrasuoni, il sensore riceve le onde del segnale dal computer, determina quanto è vicino alla parte posteriore del veicolo e rimanda i segnali. In base al tempo trascorso tra la trasmissione e il ritorno delle onde, la centralina calcola la distanza tra l’oggetto vicino e il veicolo.

Questi funzionano con quattro o sei sensori individuali sulla parte esterna del paraurti dell’auto, ma in alcuni casi i punti ciechi o l’eccessiva sporcizia e lo sporco sui sensori possono contribuire a una mancata rilevazione. Alcuni sistemi si basano sull’uso di onde sonore, ma ci sono casi in cui i sensori non possono rilevare oggetti che sono direttamente dietro di voi.

In breve, a causa dell’azione direzionale del fascio di ultrasuoni e della presenza di vibrazioni intorno ad esso, un sistema di sensori di parcheggio potrebbe non essere infallibile. Il rilevamento dell’angolo cieco riguarda piuttosto il modo in cui si integra nel sistema d’immagine inversa per valutare la situazione intorno al veicolo.

Sensori di parcheggio
Sensori di parcheggio

I sensori elettromagnetici: come funzionano

I sensori elettromagnetici si attivano innescando un segnale ad alta frequenza da una serie di sensori circolari (di solito quattro) attaccati al paraurti. Quando viene rilevato un oggetto fisico entro un determinato raggio, questo avverte il conducente con un segnale visivo o acustico. A differenza dei sensori a ultrasuoni, che sono montati sul paraurti, i sensori elettromagnetici sono montati sotto.

I marchi dei sensori di parcheggio utilizzati dalle case automobilistiche

Questi sensori sono usati in diverse automobili e hanno diversi marchi come Park Distance Control, Parki Assist, ParkTronic EPS, Smart Assist e Smart Park. Tutti questi sensori funzionano secondo i principi ultrasonici ed elettromagnetici, il primo è il più popolare. I sensori elettromagnetici sono spesso accoppiati con telecamere per aiutare il conducente a vedere dove si trova la sua auto e come posizionarla.

Secondo Chevrolet, i paraurti posteriori con il Park Assist disponibile dispongono di sensori a ultrasuoni che avvertono il conducente quando rilevano un veicolo o un oggetto entro otto metri. In modalità di parcheggio in retromarcia, i sensori rimangono sicuri fino a una velocità di 5 km/h e avvertono il conducente di possibili pericoli.

Frenata di emergenza e sensori di parcheggio

I freni di emergenza autonomi sono ormai comuni nella maggior parte delle nuove auto e funzionano fermando il veicolo quando un impatto è imminente e il conducente non reagisce. Reverse AEB utilizza un sensore di parcheggio a ultrasuoni per rilevare un oggetto nella parte posteriore del veicolo e frenare se il conducente non si è fermato prima dell’impatto per evitare una collisione.

Questo sistema ha alcune limitazioni, poiché la frenata d’emergenza autonoma funziona solo se il conducente è responsabile del monitoraggio dello spazio intorno al veicolo. Il parcheggio semi autonomo parallelo e verticale utilizza una miscela di sensori di parcheggio a ultrasuoni e un motore elettrico per guidare e controllare il veicolo nel parcheggio. Nella Kia Sorento GT e nella BMW X5, quest’ultima che utilizza il sistema Parking Assist, ad esempio, questa tecnologia copre la retromarcia e il parcheggio a distanza.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Carburante Carburante
News9 ore ago

Caro carburanti: il governo proroga il taglio delle accise fino al 2 agosto

Nuovamente posticipata la scadenza dello sconto sulle accise entrato in vigore a marzo. Attraverso un decreto legge dei ministri Daniele...

Fabio Quartararo Fabio Quartararo
Sport9 ore ago

MotoGP, Quartararo: “Questa mattina potevo fare meglio”

Parla il leader del campionato di MotoGP, Fabio Quartararo dopo le FP2 del Gran Premio dell’Olanda ad Assen. Queste le...

Moto GP Moto GP
Sport10 ore ago

MotoGP, Gran Premio dell’Olanda: Bagnaia svetta nelle FP2

La Ducati vola come al solito nelle FP2 e prenota virtualmente la pole nel Gran Premio dell’Olanda MotoGP, ecco i...

Max Verstappen Max Verstappen
Sport11 ore ago

F1, Red Bull, Horner: “Non vogliamo un campionato deciso in tribunale”

Il team principal della Red Bull F1, Horner rivela come la metà dei team non rispetteranno il budget cap, servono...

Test Drive Test Drive
Guide11 ore ago

Quali sono le differenze tra sottosterzo e sovrasterzo

Quando parliamo di sottosterzo o sovrasterzo facciamo riferimento ad una perdita di aderenza che porta l’auto a sbandare. Ecco quali...

showroom auto showroom auto
News11 ore ago

Auto usate: la metà delle compravendite riguarda vetture più vecchie di 10 anni

Metà della compravendite delle auto usate ha riguardato vetture con oltre 10 anni d’età nel primo quadrimestre del 2022. Nel...

fiat fiat
News11 ore ago

Auto classiche: meno inquinanti delle elettriche per uno studio

Secondo lo studio di Footman James, fornitore di polizze assicurative, le auto classiche sono meno inquinanti delle vetture elettriche. Le...

stellantis stellantis
News12 ore ago

Stellantis: Vulcan Energy investirà nella filiera del litio

Vulcan Energy entrerà nel capitale d Stellantis con una partecipazione dell’otto percento. Diventerà il secondo azionista di maggioranza. Sono materie...

viritech viritech
News16 ore ago

Viritech Apricale: hypercar Fuel Cell marchiata Pininfarina

Durante la prossima edizione del Goodwood Festival of Speed, i visitatori troveranno in esposizione anche la Viritech Apricale Sarà prodotta...

alfa romeo alfa romeo
News16 ore ago

Alfa Romeo: i modelli sui quali il capo design si starebbe già adoperando

Il capo design di Alfa Romeo, Alejandro Mesonero-Romanos, avrebbe già iniziato a occuparsi di nuovi modelli, alcuni totalmente inediti. Alfa...

Carburante Carburante
News1 giorno ago

Caro carburanti, Giorgetti: “Misure al vaglio”

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ammette che sono in corso delle discussioni per far fronte al caro carburanti....

traffico traffico
News1 giorno ago

Delega fiscale: le possibilità novità per gli automobilisti

La legge delega fiscale potrebbe portare delle importanti novità anche agli automobilisti, dalle accise al superbollo. L’attenzione è stata monopolizzata...

Advertisement
Advertisement