Seguici su

Guide

Cos’è il filtro antiparticolato dell’auto

Emissioni Auto

Il filtro antiparticolato è il sistema che permette la depurazione dei gas di scarico delle autovetture che utilizzano carburante diesel.

Questo componente è stato ideato appositamente per rendere meno inquinanti le emissioni del motore, esso infatti permette l’abbattimento delle polveri e proprio per questo motivo è diventato un elemento obbligatorio in tutte le autovetture che utilizzano gasolio.

Il filtro antiparticolato: come è fatto.

Il FAP dell’auto appare molto simile ad un catalizzatore, esso è costituito da un blocco ceramico composto da piccoli canali attraversati dai gas di scarico.

La differenza principale tra il filtro ed un qualsiasi catalizzatore è il fatto che il primo presenta la chiusura di una estremità, tale caratteristica permette ai gas di fuoriuscire grazie alla porosità del materiale e allo stesso tempo trattiene il particolato solido.

Superata una certa soglia, normalmente intorno ai 500 km, il filtro pieno si rigenera in automatico attraverso un particolare processo.

filtro antiparcolato
filtro antiparcolato

Filtro antiparticolato: il processo di rigenerazione

Il processo di rigenerazione del FAP avviene mediante calore, il filtro una volta raggiunta la temperatura di oltre 600 gradi provoca la combustione del particolato presente al suo interno trasformandolo in anidride carbonica che viene espulsa dal veicolo come con gli altri gas.

Il processo di riscaldamento richiede un lasso di tempo che può arrivare anche a 20 minuti, a tal proposito è bene considerare il tipo di tragitto e di guida che abitualmente svolgiamo.

Se dovessimo ad esempio percorrere lunghi tragitti in autostrada raggiungeremo facilmente la temperatura necessaria alla rigenerazione in quanto il motore sarà spinto maggiormente, al contrario se compiamo quotidianamente percorsi brevi e cittadini il tempo e l’impegno richiesto al motore potrebbero non essere sufficienti a raggiungere il calore necessario.

A tal proposito, se dovessimo essere impossibilitati a far svolgere in automatico dall’autovettura il processo di eliminazione del particolato presente nel filtro dovremo andare in autofficina dove svolgeranno una rigenerazione forzata.

Filtro antiparticolato intasato

Qualora il filtro antiparticolato dovesse intasarsi normalmente delle spie dovrebbero avvisarci del problema, in caso non fossero presenti vi sono comunque alcuni segnali che se interpretati correttamente ci segnaleranno il problema, questi segnali sono: fumo di scarico particolarmente scuro e calo di prestazione e potenza dell’autovettura.

Infatti se i gas di scarico non dovessero più riuscire a defluire correttamente dell’autovettura ostacoleranno inevitabilmente il corretto circolo dell’aria all’interno del serbatoio influendo negativamente sulla prestazione della nostra autovettura.

Per prevenire tale problema è buona cosa prendersi cura del proprio filtro rabboccando qualora fosse necessario l’additivo di depurazione e svolgendo l’adeguata manutenzione.

Mantenere il filtro della propria vettura in perfetta funzione è, oltre che un obbligo legale, un gesto di responsabilità verso l’ambiente che ci circonda.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Lamborghini Aventador Lamborghini Aventador
News15 ore ago

Lamborghini Aventador: saluta il famoso V12

Dopo moltissimo tempo con grandi successi, il marchio della Lamborghini Aventador da addio al suo straordinario V12. Il marchio di...

batterie elettriche batterie elettriche
News15 ore ago

Volkswagen: ci saranno più batterie, attraverso una joint venture

Il marchio della Volkswagen trova il modo per avere più nuove batterie, attraverso una nuovissima joint venture. La casa della...

chip chip
News16 ore ago

Intel, microchip: nuova fabbrica in Veneto

Nonostante i vari approfondimenti nel territorio italiano, Intel sceglie il veneto per la creare della sua nuova fabbrica. Il nuovo...

Sport16 ore ago

F1: il piano di Audi per il futuro nel Circus

L’ingresso in F1 è già stato annunciato da parte di Audi ma ecco come si stanno preparando per debuttare nel...

F1 logo F1 logo
Sport19 ore ago

Andretti punta ancora sull’ingresso in F1: “Obiettivo 2024”

Mario Andretti non demorde: il campione del mondo 1978 spera di tornare con un suo team nel campionato di Formula...

cambio gomme pneumatici cambio gomme pneumatici
News20 ore ago

Produzione pneumatici, fabbriche argentine in sciopero: la reazione di Pirelli

Le fabbriche argentine addette alla produzione degli pneumatici hanno proclamato lo sciopero in massa, anche nei centri Pirelli. I conflitti...

showroom auto showroom auto
News21 ore ago

Consegna nuove auto: quanto occorre davvero aspettare in Italia

Quanto tocca davvero aspettare in Italia per la consegna delle nuove auto? Ce lo dice una recente indagine condotta con...

Sport21 ore ago

Formula 1, GP di Singapore: dove vederlo. Diretta e orari tv

Dove e come seguire in tv il GP di Singapore del Campionato di Formula 1 del 2022, in programma questo...

Sport2 giorni ago

MotoGP, Marquez: “Sono stanco, ma non ho sentito male”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo HRC Honda Marc Marquez dopo il Gran Premio del Giappone di MotoGP. Raramente...

Formula 1 Formula 1
Sport2 giorni ago

Formula 1 2023, il toto piloti: disponibili ancora 4 sedili

La line-up della Formula 1 per la stagione 2023 non è ancora completa: ben quattro sedili rimangono tuttora disponibili. A...

Circuito Circuito
Sport2 giorni ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: secondo Foggia

Gran Premio del Giappone di Moto3, vince Guevara ma secondo Foggia dopo un bel duello. Si accorcia la classifica. Grande...

Moto Sport Moto Sport
Sport2 giorni ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: cade Vietti, vince Ogura

Vince il Gran Premio del Giappone di Moto2 Ogura, seguito appena dietro da Fernandez e Lopez. Questo l’ordine di arrivo....

Advertisement
Advertisement