Seguici su

Guide

e-Fuel: cosa sono e cosa c’è da sapere sui carburanti sintetici

e-fuel

Ecco cosa c’è da sapere sugli e-Fuel i carburanti sintetici che potrebbero salvare i motori endotermici. Come vengono prodotti, vantaggi e svantaggi.

Negli ultimi tempi si sta parlando molto degli e-fuel, o elettrocarburanti, una nuova generazione di carburanti sintetici “carbon neutral” che potrebbero rivoluzionare l’industria automobilistica e salvare le auto a benzina e diesel dall’estinzione. La Commissione Europea, dopo un lungo braccio di ferro con la Germania, sembra aver autorizzato l’utilizzo di questi carburanti per alimentare le auto endotermiche prodotte dopo il 1° gennaio 2035.

Tuttavia, ci si chiede se gli e-fuel saranno veramente in grado di salvare le auto a combustione interna, lasciando campo libero alle auto elettriche. È importante precisare che la normativa europea che dal 2035 imporrà la vendita di auto a zero emissioni sarà applicata ai soli veicoli nuovi. Pertanto fino al 31 dicembre 2034 le auto con motore endotermico potranno essere acquistate e potranno continuare a circolare rifornendosi di benzina e gasolio.

I motori endotermici potranno essere salvati?

Gli e-Fuel salveranno quindi i motori endotermici? La teoria dice di si, ma la pratica in realtà è un po’ più complicata. Va considerato che l’industria automobilistica pianifica i propri progetti con largo anticipo e la maggior parte dei produttori ha già annunciato ufficialmente l’abbandono dei motori a combustione interna ben prima del 2035.

Il motivo? Secondo i produttori non sarebbe sostenibile investire contemporaneamente nella tecnologia per le auto elettriche (motori e batterie) e in quella dei motori tradizionali. Molte case automobilistiche stanno già intraprendendo il passaggio dall’utilizzo di benzina e diesel all’elettrico puro, con l’obiettivo di effettuare la transizione molto prima del 2035.

e-Fuel
e-Fuel

Come vengono prodotti gli e-Fuel

In parole semplici, gli e-fuel sono carburanti sintetici che vengono prodotti combinando idrogeno e anidride carbonica in un processo chimico. L’idrogeno viene ottenuto dall’acqua tramite elettrolisi, che richiede molta energia elettrica e molta acqua. Per ottenere e-fuel a zero emissioni di CO2, l’elettricità deve provenire da fonti rinnovabili come energia solare, eolica, geotermica, idrica o maree, non da fonti fossili come petrolio, gas o carbone.

In una seconda fase del processo, l’idrogeno viene combinato con CO2 estratta dall’aria in un catalizzatore ad alta pressione, generando l’eFuel, un metanolo sintetico che può essere raffinato ulteriormente in e-Benzina, e-Diesel, e-Gas o e-Kerosene, a seconda dell’utilizzo previsto.

Gli e-fuel sono considerati carbon neutral poiché la CO2 necessaria per la loro produzione viene prelevata dall’atmosfera, e la quantità di CO2 emessa durante l’utilizzo nei motori a combustione interna è uguale a quella necessaria per la creazione del carburante sintetico. In teoria, tutti i veicoli in circolazione oggi potrebbero utilizzare carburanti sintetici come benzina o gasolio, ma al momento questi non sono ancora disponibili alle pompe e potrebbe passare molto tempo prima che lo diventino.

I vantaggi e gli svantaggi degli e-fuel

Perché gli e-Fuel potrebbero essere una valida alternativa per l’era emissioni zero:

  • Riduzione delle emissioni di CO2: gli e-fuel sono considerati “carbon neutral”, ovvero non aggiungono emissioni nette di CO2 all’atmosfera, poiché l’anidride carbonica utilizzata per produrli viene prelevata dall’atmosfera durante la loro produzione.
  • Adattabilità alle auto esistenti: gli e-fuel possono essere utilizzati nelle auto a motore endotermico già esistenti, senza la necessità di sostituire il motore o effettuare costosi aggiornamenti tecnologici.
  • Possibilità di utilizzo in settori specifici: gli e-fuel possono essere utilizzati anche in settori specifici come aviazione, trasporto marittimo e produzione di energia, dove le tecnologie elettriche sono ancora poco sviluppate o poco efficienti.
  • Potenziale di riduzione della dipendenza dai combustibili fossili: gli e-fuel possono essere prodotti utilizzando fonti di energia rinnovabile, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili.

Tuttavia, non è tutto oro quel che luccica, e anche gli e-Fuel hanno degli svantaggi:

  • Elevato costo di produzione: la produzione degli e-fuel richiede molta energia elettrica e acqua, rendendoli attualmente più costosi da produrre rispetto ai combustibili fossili.
  • Bassa efficienza energetica: gli e-fuel hanno un’efficienza energetica inferiore rispetto ai combustibili fossili e alle tecnologie elettriche, il che significa che si ha bisogno di più carburante per coprire la stessa distanza.
  • Competizione con le tecnologie elettriche: la rapida evoluzione delle tecnologie elettriche potrebbe rendere gli e-fuel obsoleti prima ancora che diventino ampiamente disponibili sul mercato.
  • Limitate risorse idriche: la produzione degli e-fuel richiede grandi quantità di acqua, una risorsa limitata in molte parti del mondo, il che potrebbe limitarne la produzione su larga scala.

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement
Advertisement

Leggi Anche

Audi e-tron GT, gamma Audi e-tron GT, gamma
News1 giorno ago

Audi e-tron GT 2024: aggiornamenti, prestazioni e prezzi

Le ultime novità dell’Audi e-tron GT 2024, con potenza aumentata, design rinnovato e tecnologie all’avanguardia. L’Audi e-tron GT, l’ammiraglia elettrica...

Fisker Ronin Fisker Ronin
News1 giorno ago

Fisker dichiarato il fallimento: la fine della startup elettrica

Fisker, la startup americana di auto elettriche fondata nel 2016, dichiara fallimento. Le cause e i prossimi passi. Fondata nel...

Hispano Suiza Carmen Sagrera Hispano Suiza Carmen Sagrera
News2 giorni ago

Hispano Suiza Carmen Sagrera: hypercar elettrica da 1.115 CV

La nuova Hispano Suiza Carmen Sagrera, una hypercar elettrica da 1.115 CV con un’autonomia di 480 km. Debutta al Goodwood...

Tesla Tesla
News2 giorni ago

Tesla: tre nuovi modelli promessi da Elon Musk entro il 2025

Le ultime novità annunciate da Elon Musk durante l’assemblea degli azionisti Tesla. Entro il 2025, arriveranno tre nuovi modelli. Durante...

grandine_auto grandine_auto
News3 giorni ago

Assicurazioni auto per danni meteo in crescita: grandine e frane

Come i cambiamenti climatici stanno influenzando le polizze assicurative per auto. Grandine, frane e polvere sahariana aumentano i costi. Negli...

24 Ore di Le Mans 2023, Ferrari 499P, Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen 24 Ore di Le Mans 2023, Ferrari 499P, Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen
Sport3 giorni ago

Ferrari trionfa alla 24 Ore di Le Mans 2024: vittoria epica

Come la Ferrari ha conquistato la 24 Ore di Le Mans 2024 con una strategia audace e una guida impeccabile...

Fiat Grande Panda Fiat Grande Panda
News4 giorni ago

FIAT Grande Panda: nuovo modello ibrido ed elettrico per il 2024

Arriva la nuovissima FIAT Grande Panda, un’auto ibrida ed elettrica che segna il futuro della mobilità urbana. FIAT ha annunciato...

stellantis stellantis
News4 giorni ago

Stellantis: arrivano nuovi modelli entro l’anno 2027

I nuovi modelli di Stellantis previsti entro il 2027, tra Jeep, Fiat e altri brand, con un focus su piattaforme...

Proteggere auto dal sole, parasole sul parabrezza Proteggere auto dal sole, parasole sul parabrezza
Guide5 giorni ago

Proteggere l’auto dal sole: ecco come fare

Ecco quali sono i migliori metodi per proteggere l’auto dal sole e del caldo estivo per evitare che si trasformi...

BMW M2 BMW M2
News6 giorni ago

BMW M2: nuova versione da 480 CV

La nuova BMW M2 con 480 CV, aggiornamenti estetici e tecnologici. Produzione a partire da agosto e dettagli su prestazioni....

Alpine A290 Alpine A290
News6 giorni ago

Alpine A290: la nuova citycar sportiva elettrica

Alpine A290, la citycar sportiva che segna l’inizio della nuova era elettrica del marchio. Design accattivante e prestazioni eccezionali. Alpine,...

mezzi pubblici mezzi pubblici
News1 settimana ago

Italia: troppo amore per le auto e pochi mezzi pubblici

Perché l’Italia è ai primi posti per il numero di auto ma fatica a sviluppare una rete efficiente di trasporti...

Advertisement
Advertisement
nl pixel