Seguici su

News

L’armistizio dei prezzi delle auto elettriche: la mossa strategica di Pechino

auto elettriche Cina

Un’esclusiva svolta di mercato nel regno delle auto elettriche cinesi – cosa cambia per i costruttori? Cosa c’entra la Cina.

Dopo sei mesi di intensa battaglia sui prezzi, il mercato delle auto elettriche in Cina subisce un deciso cambiamento. Pechino impone una “tregua” ufficiale e costringe svariate case automobilistiche a fermare le loro politiche di riduzione dei listini. Secondo diverse fonti giornalistiche, 16 tra i più importanti produttori, inclusi Tesla, Byd e Geely, sono stati convocati al China Auto Forum di Shanghai per sottoscrivere un accordo imposto dal Ministero dell’Industria e dell’Information Technology.

Nonostante non sia vincolante, l’accordo presenta quattro principi che dimostrano l’attenzione delle autorità centrali nella gestione dello sviluppo del settore. Tali principi, in pratica, bypassano le regole classiche delle economie di libero mercato. Tra questi, si richiede alle case di “mantenere una concorrenza leale senza interromperla con prezzi anomali“, “non esagerare o utilizzare pubblicità ingannevoli per attirare attenzione o acquisire nuovi clienti“, “porre la qualità al primo posto“, e “promuovere i valori fondamentali del socialismo, assolvere responsabilità sociali e prevenire rischi“.

L’accordo: un patto di Fair Play?

L’armistizio arriva in un periodo di stallo nella continua riduzione dei listini, probabilmente dovuto ai primi segnali di saturazione della domanda per le auto elettriche. Questo è solo l’ultimo esempio dell’interventismo di Pechino nel settore automobilistico.

La Cina sta promuovendo la transizione verso la mobilità elettrica non solo attraverso la domanda, rinnovando gli incentivi fiscali all’acquisto per altri quattro anni e stanziando risorse per oltre 65 miliardi di euro, ma anche supportando l’offerta con strumenti come tassi di interesse ridotti su prestiti bancari o generosi programmi di finanziamento della ricerca.

Tuttavia, la riduzione dei prezzi da parte di Tesla a inizio gennaio, seguita da altre case automobilistiche, ha suscitato preoccupazioni nel governo. Di conseguenza, è stato richiesto all’Associazione cinese dei produttori di automobili di radunare 16 aziende per firmare l’accordo. Tra i firmatari, oltre a Tesla, Byd e Geely, vi sono Faw, Baic, Jac, Dongfeng, Gac, Saic, Sinotruk, Great Wall, Chongqing Changan e Chery.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement
Advertisement

Leggi Anche

Ferrari SF-24 Ferrari SF-24
Sport18 ore ago

Test pre-stagione in Bahrain: la Ferrari sorride, Red Bull conferma la supremazia

I test di Formula 1 2024 in Bahrain rivelano una Ferrari SF-24 in grande spolvero e una Red Bull strategica....

pompa benzina auto pompa benzina auto
News19 ore ago

Rivoluzione nei benzinai: addio ai cartelloni sui prezzi medi dei carburanti

Il Consiglio di Stato annulla l’obbligo per i benzinai di esporre i prezzi medi di benzina e diesel, un cambiamento...

Volkswagen Tiguan Volkswagen Tiguan
News2 giorni ago

Nuova Volkswagen Tiguan: rivoluzione green nel segmento dei SUV

Volkswagen svela la terza generazione della Tiguan, un connubio di efficienza, tecnologia e comfort che promette di ridefinire gli standard...

Mercedes EQE Suv Mercedes EQE Suv
News2 giorni ago

Mercedes-Benz ridimensiona la corsa all’elettrico

Cambio di marcia nel percorso verso l’elettrificazione: Mercedes aggiusta le aspettative e conferma gli aggiornamenti dei motori endotermici. La transizione...

smartphone automobile smartphone automobile
News3 giorni ago

Sicurezza stradale: verso la sospensione della patente per uso dello smartphone

Nuove norme contro l’uso dello smartphone alla guida in Italia: sospensione della patente, multe e obiettivi della riforma. In Italia,...

Unione Europea, Bruxelles Unione Europea, Bruxelles
News3 giorni ago

Rinnovo energetico in UE: il futuro delle auto tra benzina, diesel ed e-fuel

La rivoluzione delle politiche automobilistiche dell’UE: stop a benzina e diesel, l’impegno verso gli e-fuel e la revisione del 2026....

Incentivi Auto Incentivi Auto
News4 giorni ago

Ecobonus 2024: guida agli incentivi

Come l’Ecobonus 2024 può farti risparmiare fino a 13.750€ sull’acquisto di auto elettriche o eco-compatibili in Italia. L’Ecobonus 2024 segna...

Dacia Spring Dacia Spring
News4 giorni ago

La nuova Dacia Spring: un restyling rivoluzionario

Il nuovo design, gli interni rivoluzionati, le prestazioni efficienti e le avanzate dotazioni di sicurezza della Dacia Spring 2024. La...

Autovelox Autovelox
News5 giorni ago

Nuove regole per l’uso degli autovelox: rivoluzione in arrivo

Le nuove regole 2024 sugli autovelox: limiti per l’installazione in città e superstrade, misure per la trasparenza e la sicurezza...

colonnina ricarica auto elettrica casa colonnina ricarica auto elettrica casa
News5 giorni ago

L’Italia avanza nel settore della mobilità elettrica: punti di ricarica in crescita

Come l’Italia si posiziona come leader europeo nella rete di ricarica per veicoli elettrici, con un’analisi dettagliata dell’espansione. L’Italia si...

Multa Multa
News6 giorni ago

Ricavi da multe stradali: comuni italiani a confronto

Analisi dettagliata degli incassi da multe stradali nei Comuni italiani nel 2023, con focus sulle disparità regionali. Nel corso del...

Alpine A290 Alpine A290
News6 giorni ago

Alpine A290: rivoluzione elettrica nelle sportive, test Invernali in Lapponia

L’innovativa Alpine A290 elettrica affronta le sfide del freddo estremo per dimostrare le sue prestazioni uniche. In un audace display...

Advertisement
Advertisement
nl pixel