Seguici su

Guide

Cosa sono i fari a matrice di Led

fato auto led

Una delle cose più importanti nella guida di un’auto è la sicurezza ed è su questa che da sempre i progettisti di automobili si focalizzano, specialmente sulla guida notturna che ha tante sfaccettature da tenere in considerazione che possono facilmente renderla rischiosa.

I fari sono il fulcro della sicurezza quando si guida al buio, non devono solo illuminare sufficientemente la strada di fronte al veicolo ma devono evitare di abbagliare i conducenti che procedono in senso contrario.

I progettisti, avendo la necessità di controllare il fascio luminoso evitando di dover passare dagli abbaglianti agli anabbaglianti ogni volta che si incontra un veicolo che procede in senso contrario, hanno creato i fari a matrice di led.

Questa tecnologia è forse una delle più importanti scoperte nel mondo dell’illuminotecnica, rivoluzionando il modo di pensare alla luce. Vediamo più nel dettaglio come funziona.

fato auto led
fato auto led

I fari a matrice di led

Dopo la loro implementazione, i fari a led sulle automobili hanno reso più facile la gestione dei fasci di luce. I progettisti sono riusciti a far si che si creino delle zone di buio attorno al veicolo che precede o che viaggia in direzione opposta. Di fatto è un modulatore del fascio luminoso gestito da una centralina che regola l’accensione delle sorgenti luminose in base alla velocità e all’illuminazione stradale, ad esempio se ci si trova in città con una buona illuminazione stradale e un’andatura non superiore ai 50km/h, i fari escludono del tutto il fascio di luce in profondità, mentre in situazioni di buio a velocità sostenute i fari accendono a piena potenza gli abbaglianti.

La prima auto a presentarli nel 2012 fu la Opel Insigna. Questi fari proiettano in profondità e i suoi diodi sono controllati da una centralina che ne gestisce la proiezione della luce secondo parametri preimpostati. Questa tecnologia ha inoltre permesso alle case automobilistiche di disegnare questo elemento a loro piacere, creando soluzioni fino ad ora impensabili.

Hanno un consumo davvero ridotto di energia elettrica con conseguente riduzione dell’emissione di CO2.

Un altro vantaggio di questa tecnologia che rende i fanali a led davvero unici è che il laser a infrarossi che comanda alla centralina di aumentare o diminuire il fascio di luce è posizionata direttamente dietro, grazie a questo, possono essere installati su qualunque veicolo che non presenti questa tecnologia.

Come funziona la tecnologia Led

Il LED (Light Emitting Diod) sviluppato nel 1962 da Nick Holoniack si basa sui semi conduttori che generano la luce spontaneamente quando nella giunzione tra polo negativo e positivo passa corrente. La diversa composizione dei materiali che compongono la giunzione in cui passa l’elettricità, determineranno il colore della luce con un vantaggio davvero enorme sulla dispersione di calore che è davvero minima, Infatti, rispetto alle normali lampadine ad incandescenza che se toccate ustionano, questi diodi emettono un calore quasi impercettibile.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Sport3 ore ago

MotoGP, Marquez: “Sono stanco, ma non ho sentito male”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo HRC Honda Marc Marquez dopo il Gran Premio del Giappone di MotoGP. Raramente...

Formula 1 Formula 1
Sport4 ore ago

Formula 1 2023, il toto piloti: disponibili ancora 4 sedili

La line-up della Formula 1 per la stagione 2023 non è ancora completa: ben quattro sedili rimangono tuttora disponibili. A...

Circuito Circuito
Sport7 ore ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: secondo Foggia

Gran Premio del Giappone di Moto3, vince Guevara ma secondo Foggia dopo un bel duello. Si accorcia la classifica. Grande...

Moto Sport Moto Sport
Sport7 ore ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: cade Vietti, vince Ogura

Vince il Gran Premio del Giappone di Moto2 Ogura, seguito appena dietro da Fernandez e Lopez. Questo l’ordine di arrivo....

Moto GP Moto GP
Sport7 ore ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: disastro Bagnaia, vince Miller

Cade Pecco Bagnaia che allontana di molto le possibilità della vittoria del mondiale, GP del Giappone di MotoGP che va...

auto elettriche colonnina ricarica auto elettriche colonnina ricarica
News10 ore ago

Ricarica auto elettriche: quanto costa in Italia, tra tariffe al consumo e abbonamenti

Prendendo in esame ogni operatore attivo lungo la nostra penisola, vediamo un po’ quanto costa fare la ricarica alle auto...

toyota logo toyota logo
News1 giorno ago

Toyota: chiuso definitivamente lo stabilimento russo

Toyota ha chiuso definitivamente il suo stabilimento russo di San Pietroburgo. Ad annunciarlo la stessa Casa delle Tre Ellissi in...

Auto Elettrica Auto Elettrica
News1 giorno ago

Auto elettriche: Italia tra i Paesi “meno pronti agli EV”

L’Italia è uno dei Paesi meno attrezzati per le auto elettriche: non un’opinione da bar, ma una constatazione dell’ultimo studio...

Sport1 giorno ago

MotoGP, Marquez: “sono lontano dalla condizione fisica ideale”

Il fenomeno spagnolo torna a fare una pole a oltre due anni di distanza dall’ultima, Marc Marquez nel Gran Premio...

Circuito Circuito
Sport1 giorno ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: pole di Suzuki, Foggia quinto

La pole position sotto il diluvio del Gran Premio del Giappone di Moto3 va a Suzuki, Foggia con il quinto...

Moto Sport Moto Sport
Sport1 giorno ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: disastro Vietti, bene Arbolino

Gran Premio del Giappone di Moto2, in pole va Canet seguito da Aldeguer e Dixon, appena dietro Tony Arbolino. Disastro...

Moto GP Moto GP
Sport1 giorno ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: pole di Marquez

Marquez approfitta delle instabili condizioni meteo per stampare la sua pole nel Gran Premio del Giappone di MotoGP. Il cannibale...

Advertisement
Advertisement