Seguici su

News

WRC, Adamo: “L’era ibrida? Auto meno performanti e molto più care”

rally

L’ex team principal di Hyundai Motosport, Andrea Adamo, manifesta delle riserve sull’era ibrida indetta per il campionato WRC dal 2022.

Oltre alla Formula 1, anche la WRC affronterà una svolta storica nel 2022. Nasce, infatti, la nuova era ibrida, con le nuove auto Rally 1 spinte da powertrain plug-in e con tante altre novità al corredo. Per capirne meglio quali sono le prospettive future, HDmotori ha contattato l’Ing. Andrea Adamo, al comando come Team Principal di Hyundai Motorsport di tre anni, suggellati da due titoli iridati, prima della rottura, risalente ai giorni scorsi.

Il fattore affidabilità farà la differenza quest’anno: “Non soltanto relativa al sistema ibrido, ma l’intero veicolo nel suo complesso, in generale – ha dichiarato Adamo -. Anche perché parliamo di auto completamente nuove, in ogni dettaglio. Quindi c’è una complessità notevole e credo sia opportuno prestare attenzione a tutto quanto”.

Con le novità introdotte,  lo stile dei piloti WRC “cambierà abbastanza, oltre al powertrain, che è stato l’elemento più enfatizzato dai media, abbiamo anche una serie di modifiche, a cominciare dalla trasmissione, che potrà essere a 5 rapporti e non più a sei, con il comando a leva e non più con i paddle dietro al volante. Non abbiamo più differenziali centrali a controllo idraulico elettrico, che sicuramente aumentano la stabilità dell’auto e ne facilitano la guida. Insomma sono cambiate tante cose molto importanti e poi abbiamo la gestione del sistema ibrido elettrico, che fornisce una potenza extra, non a comando del pilota, ma in base all’uso dell’acceleratore”.

Crescono le problematiche 

L’Ing. Adamo ha proseguito: “Nei trasferimenti si andranno ad aggiungere altre problematiche a quelle che già normalmente gli equipaggi dovevano affrontare. Quindi i piloti dovranno rigenerare e caricare la batteria ma, allo stesso tempo, dovranno anche usarla per affrontare alcuni tratti in “full electric”: vista la dimensione della batteria, saranno lunghi circa 10 km e non saranno nemmeno tutti continuativi. Quindi si attraverseranno dei paesi oppure si arriverà alle cerimonie di partenza che ne permettono l’utilizzo, ma dopo i quali i piloti dovranno di nuovo rigenerare la batteria. Lo studio di queste vetture era nato con i presupposti di ridurre i costi, invece ci troveremo con auto meno performanti e molto più care delle attuali. Non credo che si sia raggiunto l’obiettivo prefissato”. 

Rispetto a un’ipotetica WRC 100% elettrica, l’ex team principal di Hyundai Motorsport crede sia molto più praticabile la strada dell’idrogeno: Oggi nel mondo delle competizioni ci sono alcuni campionati “full electric” che hanno dei generatori a gasolio, in container nascosti a 500 metri, e poi si parla di una “competizione ecologica” e la si vende come tale, nonostante quei generatori diesel. Credo che serva una maggiore credibilità soprattutto quando si fa del Motorsport”.


Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

Riproduzione riservata © - MM

Advertisement

Leggi Anche

Sport4 ore ago

MotoGP, Marquez: “Sono stanco, ma non ho sentito male”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo HRC Honda Marc Marquez dopo il Gran Premio del Giappone di MotoGP. Raramente...

Formula 1 Formula 1
Sport5 ore ago

Formula 1 2023, il toto piloti: disponibili ancora 4 sedili

La line-up della Formula 1 per la stagione 2023 non è ancora completa: ben quattro sedili rimangono tuttora disponibili. A...

Circuito Circuito
Sport9 ore ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: secondo Foggia

Gran Premio del Giappone di Moto3, vince Guevara ma secondo Foggia dopo un bel duello. Si accorcia la classifica. Grande...

Moto Sport Moto Sport
Sport9 ore ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: cade Vietti, vince Ogura

Vince il Gran Premio del Giappone di Moto2 Ogura, seguito appena dietro da Fernandez e Lopez. Questo l’ordine di arrivo....

Moto GP Moto GP
Sport9 ore ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: disastro Bagnaia, vince Miller

Cade Pecco Bagnaia che allontana di molto le possibilità della vittoria del mondiale, GP del Giappone di MotoGP che va...

auto elettriche colonnina ricarica auto elettriche colonnina ricarica
News11 ore ago

Ricarica auto elettriche: quanto costa in Italia, tra tariffe al consumo e abbonamenti

Prendendo in esame ogni operatore attivo lungo la nostra penisola, vediamo un po’ quanto costa fare la ricarica alle auto...

toyota logo toyota logo
News1 giorno ago

Toyota: chiuso definitivamente lo stabilimento russo

Toyota ha chiuso definitivamente il suo stabilimento russo di San Pietroburgo. Ad annunciarlo la stessa Casa delle Tre Ellissi in...

Auto Elettrica Auto Elettrica
News1 giorno ago

Auto elettriche: Italia tra i Paesi “meno pronti agli EV”

L’Italia è uno dei Paesi meno attrezzati per le auto elettriche: non un’opinione da bar, ma una constatazione dell’ultimo studio...

Sport1 giorno ago

MotoGP, Marquez: “sono lontano dalla condizione fisica ideale”

Il fenomeno spagnolo torna a fare una pole a oltre due anni di distanza dall’ultima, Marc Marquez nel Gran Premio...

Circuito Circuito
Sport1 giorno ago

Moto3, Gran Premio del Giappone: pole di Suzuki, Foggia quinto

La pole position sotto il diluvio del Gran Premio del Giappone di Moto3 va a Suzuki, Foggia con il quinto...

Moto Sport Moto Sport
Sport1 giorno ago

Moto2, Gran Premio del Giappone: disastro Vietti, bene Arbolino

Gran Premio del Giappone di Moto2, in pole va Canet seguito da Aldeguer e Dixon, appena dietro Tony Arbolino. Disastro...

Moto GP Moto GP
Sport1 giorno ago

MotoGP, Gran Premio del Giappone: pole di Marquez

Marquez approfitta delle instabili condizioni meteo per stampare la sua pole nel Gran Premio del Giappone di MotoGP. Il cannibale...

Advertisement
Advertisement